Nuova generazione di sensori fotoelettrici

180

Con lo sviluppo della serie O500 Baumer ha voluto ottimizzare soprattutto i costi di gestione migliorando anche le eccellenti caratteristiche di prestazione. Uno dei risultati raggiunti è rappresentato da OneBox Design: questi sensori presentano le stesse dimensioni compatte, gli stessi fori di fissaggio e il medesimo autoapprendimento per tutte le tecnologie delle serie. Lo stesso vale per qTarget, la cui progettazione prevede l’allineamento dello spot sui fori di fissaggio, garantendo la massima ripetibilità sull’allineamento ottico e riducendo così al minimo i tempi di installazione e manutenzione. Tutte le versioni di O500 permettono ai produttori di macchine e impianti di essere più flessibili già durante la fase di progettazione, potendo determinare il principio di funzionamento e il tipo di emissione in un secondo tempo. Ma non è tutto: i sensori della serie O500 presentano i massimi campi di lavoro raggiungibili a parità di dimensione, offrendo così ancora più libertà nella scelta e nel collocamento del sensore. Con qTeach Baumer introduce, inoltre, un concetto di teach-in nuovo, facile ed esente da usura. Per l’autoapprendimento dei sensori O500 è sufficiente lo sfioramento con un qualsiasi utensile ferroso, (es. con un cacciavite ) e un LED blu indica il periodo in cui il sensore è ancora attivo nel processo di autoapprendimento. Unita alla precisione e all’affidabilità dei sensori ottici di Baumer, la serie O500 impone nuovi standard, nel riconoscimento e nel posizionamento degli oggetti per l’industria dell’imballaggio, assemblaggio, tessile, grafico, legno e dell’automazione in genere.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here