Carvacrolo, utilizzo come antimicrobico in matrici biopolimeriche per imballaggi attivi

327

Soluzioni eco-compatibili di active food packaging prevedono l’incorporazione di un antimicrobico naturale in matrici biopolimeriche. Se l’antimicrobico è molto volatile, come nel caso degli oli essenziali, è necessario lo sviluppo di soluzioni per limitarne la degradazione e la perdita durante la produzione dell’imballaggio ed il suo stoccaggio. In questo contesto, nel presente lavoro il carvacrolo (principio attivo dell’olio essenziale di origano) è stato incluso in beta-ciclodestrine ottenendo microcapsule stabili. Al fine di realizzare un imballaggio attivo, queste ultime sono state, in seguito, disperse in soluzioni a base proteica e la matrice finale è stata deposta, sotto forma di coating, su film di acido polilattico (PLA). I risultati dimostrano che in fase di preparazione e di stoccaggio, a bassa umidità (40-50%), il sistema proposto mostra una buona ritenzione dell’agente volatile, con perdite inferiori al 20%.

Bibliografia
E. Mascheroni et al., Tecnica Molitoria, 63, 2012, 812-817

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here