Confezionamenti intelligenti per pizza: applicazione delle cosiddette “object memories”

1225

Nonostante la continua diminuzione dei costi di produzione dei componenti elettronici, sistemi complessi incorporati all’interno di confezionamenti per oggetti di consumo quotidiano, come i prodotti alimentari, sono ancora troppo costosi in relazione con il prezzo dell’oggetto stesso. Lo scopo del presente lavoro è stato quello di dimostrare come alcune applicazioni economiche possano essere realizzate utilizzando le cosiddette “object memories”, selezionando come scenario rappresentativo quello di campioni di pizza surgelata. In particolare, il prodotto è stato seguito durante il suo intero ciclo di vita, a partire da produzione e confezionamento fino alla conservazione nei frigoriferi domestici, evidenziando i vantaggi derivanti dall’utilizzo di questi semplici sistemi elettronici nelle singole fasi. Ad esempio, nelle “object memories” possono essere registrate le principali informazioni relative agli ingredienti utilizzati nella ricetta del prodotto, facilitando la valutazione della qualità dell’alimento da parte dei distributori e dei consumatori. Per il trasporto possono essere inseriti dati amministrativi come, ad esempio, le destinazioni previste nella catena logistica, mentre durante la conservazione nei freezer dei supermarket la memoria del sistema può essere aggiornata in tempo reale con informazioni relative alla temperatura di stoccaggio. Infine, lo studio evidenzia che tramite questi semplici sistemi elettronici il consumatore è in grado di acquisire, all’atto dell’acquisto, una serie di informazioni fondamentali relative alle singole fasi del ciclo di vita e, quindi, alla qualità del singolo prodotto.

Bibliografia
M. Schneider & A. Kröner, 4th International Conference on Intelligent Environment IE 08, Seattle, USA, 21-22 Luglio 2008

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here