BEUC chiede un limite di legge per gli acidi grassi trans

267

C0021521
BEUC – Associazione dei consumatori europei ha sollecitato la Commissione europea a rendere obbligatoria la dichiarazione della quantità di acidi grassi trans presenti negli alimenti ed a stabilire dei limiti massimi per 100 g di prodotto. In merito al primo tema, il Reg. 1169/2011/UE rimanda ad approfondimenti della Commissione europea, che si è riservata di valutarne l’effettivo consumo da parte della popolazione. I primi dati raccolti sembrerebbero attestare consumi relativamente bassi. Ai fini della dichiarazione quantitativa, è necessario stabilire cosa considerare acidi grassi trans: solo quelli derivanti dalla idrogenazione di grassi vegetali o anche quelli di origine animale, tra questi l’acido linoleico coniugato CLA, presente anche nel latte materno. Quanto ai limiti massimi, la Danimarca è l’unico Paese UE ad avere finora legiferato ponendo un limite massimo di 2 g di acidi grassi trans per 100 g di prodotto finito. BEUC chiede inoltre di specificare in etichetta se i grassi sono “totalmente idrogenati” o “parzialmente idrogenati”. Una asserzione potenzialmente ingannevole per i consumatori non esperti. Il consumatore medio associa, infatti, l’idrogenazione ad un processo innaturale e “cattivo” e di conseguenza potrebbe considerare un’idrogenazione parziale più sicura di un’idrogenazione completa, anche se è vero il contrario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here