Gli straordinari poteri delle cozze

580
"Moules Miesmuscheln mussel" di No machine-readable author provided. Lamiot assumed (based on copyright claims). - No machine-readable source provided. Own work assumed (based on copyright claims).. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Moules_Miesmuscheln_mussel.jpg#/media/File:Moules_Miesmuscheln_mussel.jpg
“Moules Miesmuscheln mussel” di No machine-readable author provided. Lamiot assumed (based on copyright claims). – No machine-readable source provided. Own work assumed (based on copyright claims).. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons

Ricavare una super colla subacquea dalle cozze. Questa è la ricerca pubblicata con il titolo “Mussel adhesion is dictated by time-regulated secretion and molecular conformation of mussel adhesive proteins” su una delle più prestigiose riviste scientifiche. Il lavoro è stato condotto dai ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Nanotec) di Rende, in collaborazione con i ricercatori dell’Università della Calabria e con il gruppo di ricerca della Nanyang Technological University di Singapore. L’analisi è stata fatta studiando le cozze verdi asiatiche. che la bava delle cozze potesse essere una sorta di colla naturale in grado di aderire perfettamente a ogni superficie, era già stato studiato. La ricerca, nello specifico, ha preso però in esame l’adesione che le proteine di questo mollusco riescono a generare tra due superfici completamente immerse in acqua. In pratica, in un primo momento la cozza, produce la proteina asciugatrice che rimuove le molecole d’acqua, legandosi fortemente al substrato. Su questo primo strato superficiale si compone un complesso tessuto proteico in cui ogni proteina ha una sua funzione specifica. La bava del mollusco risulta essere particolarmente appiccicosa e in tal modo la cozza riesce ad aderire pienamente al substrato. Lascoperta rappresenta un risultato di grande rilevanza, perché anche i più tenaci tra i moderni adesivi sintetici si rivelano inefficaci nel generare adesione in presenza di molecole d’acqua; inoltre, una colla subacquea potrebbe avere importanti applicazioni nel settore navale ma senza dubbio straordinarie risulterebbero le applicazioni in campo medico, finalizzate, ad esempio, ad evitare antiestetiche suture chirurgiche, a ricostruire tessuti danneggiati oppure ossa fratturate, a riparare i distacchi di retina o ad integrare materiali biomedicali in presenza di liquidi biologici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here