Largo alla robotica collaborativa

14

Atria, azienda nord europea specializzata nella produzione di cibi di alta gastronomia, ha automatizzato i propri processi di etichettatura, confezionamento e pallettizzazione con i robot collaborativi di Universal Robots. E i risultati sono sorprendenti

Atria Scandinavia è una tra le principali aziende nel nord Europa nella produzione di alimenti per vegetariani e di prodotti di alta gastronomia destinati ai minimarket e alla vendita al dettaglio. L’azienda ha diverse sedi e presso il proprio stabilimento in Svezia, dove lavorano trenta dipendenti, ha deciso di integrare nel processo produttivo tre robot collaborativi Universal Robots per automatizzare i processi di etichettatura, confezionamento e pallettizzazione. Ogni giorno i robot sono quindi chiamati a movimentare gamberetti, olive, cuori di carciofo, pomodori essiccati ed altre specialità affinché siano etichettati e in seguito confezionati e pallettizzati. Il bisogno che ha spinto Atria ad automatizzare questa parte del processo produttivo era duplice: da un lato si sentiva la necessità di aumentare efficacia ed efficienza dei processi, riducendo i tempi di fermo e di cambio applicazione, dall’altro proprio la riduzione dei tempi di processo è un elemento fondamentale per evitare che i prodotti trattati possano perdere in termini di freschezza e in caratteristiche organolettiche. L’automazione con i cobot Universal Robots – un UR10 e due UR5, macchine con un payload rispettivamente di 10 e 5Kg e reach di 1.300 e 850mm – ha consentito di raggiungere gli obiettivi che si era data l’azienda. In media ogni linea di produzione è oggi in grado di movimentare, e quindi etichettare, confezionare e pallettizzare, 228 articoli e di renderli così disponibili per la spedizione.

Eliminata l’inattività

L’introduzione dei robot collaborativi Universal Robots è stata apprezzata da subito anche dagli operatori che hanno visto, molto rapidamente, migliorare il proprio lavoro e hanno sperimentato una reale riduzione sia delle operazioni più ripetitive, sia dei tempi di cambio produzione. Se, infatti, ogni cambio di produzione richiedeva fino a sei ore per la modifica degli attrezzaggi e delle attività, grazie all’introduzione dei cobot UR il tempo si è ridotto a soli 20 minuti, con un aumento esponenziale della produttività. Come è stato possibile? I fattori chiave sono essenzialmente due: l’estrema facilità di installazione, avviamento e messa in opera che garantisce non solo tempi rapidi di avvio, ma anche una grande flessibilità applicativa in tempi stretti e l’opportunità, connessa all’essenza collaborativa delle soluzioni robotizzate del produttore danese, di consentire un lavoro gomito a gomito tra uomo e macchina. I cobot UR, infatti, non necessitano di barriere protettive, grazie alle loro 15 funzioni di sicurezza native, e quindi possono essere installati senza ricorrere a costose, e ingombranti, investimenti in hardware e software. Questo, abbinato alla leggerezza dei robot, alla loro flessibilità applicativa e, appunto, all’utilizzo immediato e intuitivo, consente di ridurre al minimo l’ingombro dell’automazione e di riconfigurare i processi molto rapidamente. Gli operatori che lavorano in Atria hanno a che fare, a tutti gli effetti, con degli utensili intelligenti che possono guidare e utilizzare molto semplicemente e senza dover ricorrere né a lunghe sessioni di formazione, né ad un fornitore esterno per un continuo aggiornamento o manutenzione.

Eliminati costi eccessivi e sprechi

L’introduzione dei robot collaborativi di Universal Robots ha inoltre condotto l’azienda a dismettere altre soluzioni di automazione già attive in azienda e molto costose sia per l’avviamento, sia per il mantenimento. Nel dettaglio Atria ha dismesso una cella con un robot antropomorfo “tradizionale” che non garantiva le medesime perfomance, e la medesima flessibilità applicativa e operativa. Assieme al robot è stata dismessa anche una macchina confezionatrice che, oltre ad essere meno efficace della soluzione studiata con i cobot UR, occupava oltre metà dello spazio dedicato al confezionamento, con tutti i relativi costi in termini di occupazione di layout produttivo. Oltre ai costi di automazioni sorpassate e di layout, Atria ha registrato un ulteriore efficientamento lato costi grazie alla riduzione del 25% degli sprechi di cartone. L’aumento di produttività, efficacia ed efficienza dei processi unito alla riduzione dei costi di processo ha consentito ad Atria, infine, un pieno ritorno sull’investimento in solo un anno dall’avviamento dei cobot UR in azienda.

UNIVERSAL ROBOTS

Universal Robots è il risultato di numerosi anni di intensa ricerca e sviluppo presso il cluster di successo della robotica danese, sito ad Odense. L’Azienda è stata fondata nel 2005 dall’attuale CTO, Esben Østergaard, che voleva rendere il mondo della robotica industriale accessibile a tutti tramite robot compatti e versatili, user-friendly, venduti ad un prezzo ragionevole, collaborativi e sicuri per automatizzare quasi ogni processo industriale. Il portafoglio prodotti include i robot collaborativi UR3, UR5 e UR10, cosi chiamati in base alla loro capacita’ di carico in Kg. Dal momento del lancio del primo robot UR nel Dicembre 2008, l’Azienda è cresciuta considerevolmente grazie ai propri robot collaborativi user-friendly, vendendoli ad oggi in oltre 50 Paesi nel Mondo. Ad oggi il parco di robot collaborativi installati è superiore alle 12mila unità. Con soli 195 giorni i robot UR, inoltre, vantano il minor tempo medio di ritorno dell’investimento sul mercato. L’Azienda, parte del gruppo americano Teradyne Inc. con sede a Boston, ha headquarter a Odense e filiali presenti negli USA, Spagna, Italia, Germania, Singapore, Repubblica Ceca, India e Cina. Universal Robots ha piu di 350 dipendenti nel mondo. Per maggiori informazioni

ATRIA

Atria è una delle aziende leader nel settore della carne e del cibo. L’azienda opera nei Paesi nordici, in Russia e Estonia. La società ha più di 110 anni e nel 2016 le vendite nette superano 1,35 miliardi di euro. Le azioni di Atria Plc sono state quotate al Nasdaq Helsinki Ltd dal 1994. Per maggiori informazioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here