Italia in prima linea nella produzione di elettricità da fonti rinnovabili

132

L’Italia sta dando un contributo importante alla crescita globale delle fonti rinnovabili.

Questo dato emerge dal nuovo report dell’Agenzia Internazionale dell’Energia Renewables Information 2017 che illustra lo stato dell’arte delle rinnovabili nel mondo. Dal 1990, spiega il documento, la componente di energia rinnovabile è aumentata globalmente ad un tasso del 2% l’anno, leggermente superiore al ritmo di crescita della produzione complessiva di energia primaria.

Lo sviluppo di fonti verdi è particolarmente evidente nella generazione di energia elettrica dove le rinnovabili sono cresciute al ritmo del 3,6% annuo (a fronte di un incremento complessivo della produzione elettrica del 2,9%/anno) e hanno raggiunto il terzo posto tra le fonti di alimentazione (con il 22.8%) dopo il carbone (39,3%) e a ridosso del gas (22.9%).

Questa crescita è dovuta soprattutto all’aumento delle capacità produttive eolica e fotovoltaica. L’elettricità generata dal vento è aumentata di 43.1 Twh grazie a Usa (36.3 Twh), Turchia (3.8 Twh) e Italia (2.8 Twh). Il nostro paese figura anche tra i cinque principali produttori Ocse di solare fotovoltaico con un contributo di 22.9 Twh.

Prima di noi solo Usa (50.1 TWh), Giappone (43.8 Twh) e Germania (38.2 Twh). Importante anche il contributo italiano in tema di produzione elettrica da biogas e da fonti geotermiche.  L’Italia è infatti il terzo produttore di elettricità da biogas (con l’11% del totale OCSE è alle spalle di Germania, 42% e USA, 16.3%) e contribuisce per il 12% di quella proveniente da geotermico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here