Coatings per aumentare la barriera dei materiali destinati al confezionamento

1206

Recentemente le attività di ricerca si stanno focalizzando sulla applicazione di coatings sottili a materiali di confezionamento per prolungare la shelf life e preservare la qualità di un alimento andando ad incrementare il livello di barriera all’ossigeno e/o ai gas.

La tecnica di coating, corrisponde al processo attraverso il quale uno strato di materiale viene applicato sulla superficie di un substrato che, nella maggior parte dei casi, e un film plastico ma che può essere anche un foglio di carta, un foglio di alluminio, una scatola metallica o un contenitore di vetro.

Il materiale può essere applicato allo stato fuso oppure essere trasferito sulla superficie da ricoprire in un’appropriata soluzione per provvedere poi all’evaporazione del solvente e alla solidificazione del coating o lacca. Quando si opera in soluzione, il solvente può essere organico o meno frequentemente l’acqua.

Le tecniche di coating sono conosciute da tempo, derivando sostanzialmente da quelle di verniciatura, decorazione e stampa ma finora sono state impiegate, prevalentemente, come tecniche di supporto ad altre.

Recentemente, interessanti risultati sono stati raggiunti sul miglioramento delle proprietà barriera all’ossigeno di substrati polimerici utilizzando coating a base di sistemi inorganici (SiOx) o di biopolimeri di natura proteica e delle proprietà barriera al vapor d’acqua utilizzando coating a base di lipidi naturali.

2 COMMENTI

  1. Buongiorno, vorrei chiedere se si possono avere maggiori informazioni riguardo l’articolo “Coatings per aumentare la barriera dei materiali destinati al confezionamento”.
    Sarei molto interessata ad approfondire ciò che è scritto nella frase “Recentemente, interessanti risultati sono stati raggiunti sul miglioramento delle proprietà barriera all’ossigeno di substrati polimerici utilizzando coating a base di sistemi inorganici (SiOx) o di biopolimeri di natura proteica e delle proprietà barriera al vapor d’acqua utilizzando coating a base di lipidi naturali”.
    Ringraziando, colgo l’occasione per porgere
    Cordiali saluti
    Silvia Grossi

    • Gentile Dott.sa Grossi,
      le inoltro, in base a sua richiesta, informazioni riguardanti lo studio https://www.macchinealimentari.it/2017/11/13/coatings-barriera/
      ecco quanto trovato:

      1) sul miglioramento della barriera all’O2 di polimeri, usando SiOx o biopolimeri proteici:
      TITOLO: Characterization of Composite SiOx/Polymer Barrier Films
      AUTORI: Zhuang Liu et al.,
      RIVISTA: PACKAGING TECHNOLOGY AND SCIENCE 26, 2013, 70–79

      2) sul miglioramento della barriera al vapore acqueo usando lipidi naturali:
      TITOLO: Cassava (Manihot esculenta) starch films reinforced with natural fibrous filler
      AUTORI: Florencia Versino et al.,
      RIVISTA: Industrial Crops and Products 58 (2014) 305–314

      E’ tutto quello che sono riuscito a trovare.
      Distinti saluti
      Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here