Bioreattori nanostrutturati per la fermentazione a stato solido ad uso alimentare

123

Lo scopo di questo progetto di tesi di dottorato è finalizzato allo sviluppo di bioreattori nanostrutturati per la fermentazione di alimenti, avvalendosi dei vantaggi legati all’immobilizzazione di biocatalizzatori su supporti nanostrutturati. I microrganismi immobilizzati sono stati utilizzati per la fermentazione in continuo di alimenti, al fine di sviluppare un metodo fermentativo economicamente più vantaggioso di quelli attualmente disponibili.

Conclusioni e prospettive. Il presente studio illustra una nuova applicazione di una geometria nanostrutturata nylon-6 per l’immobilizzazione dei lieviti ai fini della fermentazione di zuccheri. In particolare, attraverso il monitoraggio microcalorimetrico in condizioni isotermiche, è stato valutato che le cellule di lieviti intrappolate nella struttura pseudo-porosa interconnessa, possono essere utilizzate molte volte per la fermentazione della soluzione degli zuccheri senza mostrare una perdita di prestazioni.

Riferimenti. PhD Miariachiara Armani, tutor Prof. Matteo Scampicchio – Libera Università di Bolzano)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here