Biotecnologie alla base della resistenza termica del grano duro

123
CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=279530

E’ italiano il vincitore del Premio Olam 2017 per l’innovazione nella sicurezza alimentare. Si chiama Filippo Bassi, è di Modena e, insieme ad altri ricercatori di un’Università svedese, ha dato vita ad una nuova varietà di grano duro in grado di resistere alle alte temperature.

In particolare, grazie all’impiego di biotecnologie, gli studiosi hanno sviluppato una serie di varietà di grano duro in grado di sopportare una temperatura costante di 35-40°C nella savana del bacino del fiume Senegal.

Tale innovazione, potrebbe essere in grado di sfamare milioni di persone, soprattutto le popolazioni africane colpite dalle carestie. Il premio verrà consegnato il 4 dicembre all’ottavo forum internazionale del Barilla Center for Food and Nutrition.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here