Bio-conversione degli scarti della lavorazione delle acciughe

543

“Bio-consersione” è un progetto proposto dall’Università degli Studi di Messina nell’ambito del bando che assegna 500mila euro per a realizzazione di progetti innovativi finalizzati alla limitazione degli sprechi e all’impiego delle eccedenze alimentari promosso dal Mipaaf.

Tale progetto si propone di fornire una valida alternativa alle attuali strategie di gestione del comparto ittico mediante la bio-conversione degli scarti di acciughe in ambito medico-sanitario.

In particolare, il progetto mira alla produzione di idrolizzanti proteici derivanti dagli scarti della lavorazione dell’acciuga, aventi attività antiossidante, anti-ipertensiva ed ipocolesterolemizzante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here