Nuova valutazione su ferrocianuri (E 535, 536, 538) come additivi alimentari

830

Il Panel on Food Additives and Nutrient Sources added to Food (ANS) di Efsa (Gruppo di esperti scientifici sugli additivi alimentari e sulle fonti di nutrienti aggiunti agli alimenti) ha fornito un parere scientifico che rivaluta la sicurezza di ferrocianuro di sodio (E 535), ferrocianuro di potassio (E 536) e ferrocianuro di calcio (E 538) come additivi alimentari.

Gli esperti hanno ritenuto che fossero disponibili dati adeguati sull’esposizione e sulla tossicità. I ferrocianuri (E 535-538) sono autorizzati esclusivamente in due categorie di prodotti alimentari come sostituti del sale. Per valutare l’esposizione alimentare ai ferrocianuri (E 535-538) derivante dal loro uso come additivi alimentari, l’esposizione è stata calcolata sulla base dello scenario normativo per la valutazione del livello massimo di esposizione (livello massimo ammissibile (LMR)) e dello scenario per la valutazione dell’esposizione perfezionato.

L’esposizione alimentare ai ferrocianuri è stata calcolata sulla base dei livelli medi ed elevati di consumo di sali sia nello scenario normativo massimo che in quello raffinato. Nello scenario MPL, l’esposizione ai ferrocianuri (E 535-538) derivante dal loro uso come additivo alimentare era fino a 0,009 mg/kg di peso corporeo (pc) al giorno nei bambini e negli adolescenti. Nello scenario d’esposizione stimato raffinato l’esposizione era di 0,003 mg/kg di peso corporeo al giorno nei bambini e negli adolescenti.

L’assorbimento di ferrocianuri è basso e non si verifica accumulo nell’uomo. Non vi sono preoccupazioni inoltre per quanto riguarda cancerogenicità e genotossicità. Non erano disponibili studi riproduttivi, ma da uno studio di tossicità prenatale per lo sviluppo è emerso un livello di effetti avversi (NOAEL) pari a 1000 mg di ferrocianuro di sodio/kg di peso corporeo al giorno (dose più elevata testata). Il rene sembrava essere l’organo bersaglio della tossicità dei ferrocianuri e 4,4 mg di ferrocianuro di sodio/kg di peso corporeo al giorno è stato identificato come NOAEL per gli effetti renali in uno studio cronico (2 anni) su ratti.

Conclusioni. Supponendo che la tossicità di questo composto sia dovuta esclusivamente allo ione ferrocianuro, gli esperti hanno stabilito una dose giornaliera ammissibile (DGA) di gruppo per il ferrocianuro di sodio, potassio e calcio pari a 0,03 mg/kg di peso corporeo al giorno espresso come ione ferrocianuro. Il gruppo ha concluso inoltre che i ferrocianuri (E 535-538) non presentano rischi per la sicurezza agli attuali livelli di uso autorizzato.

Per lo studio completo clicca qui

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here