Priorità nel confezionamento di prodotti in un sistema di produzione a due stadi con stoccaggio intermedio

2281

fresh hot buns in handcart from ovenL’industria alimentare è generalmente caratterizzata da processi produttivi a due stadi: il primo consiste nel processare il prodotto, attraverso operazioni tipiche come il mescolamento ed il riscaldamento, per trasformare gli ingredienti di partenza in prodotti finali, mentre il secondo è dedicato al confezionamento. Con lo scopo di ottenere una sequenza ottimale, compensando le differenze nelle velocità di produzione, i due stadi sono generalmente separati da serbatoi o silos per lo stoccaggio del prodotto non confezionato. Un esempio tipico è costituito dall’industria del pane. Generalmente, però, il numero di prodotti è superiore a quello dei serbatoi o dei silos, mentre il mercato richiede differenti tempi di immissione a seconda del tipo di alimento. Ciò porta alla situazione in cui alcuni prodotti richiedono una maggiore priorità, nel confezionamento, rispetto ad altri. Nel presente lavoro sono stati analizzati gli effetti di questa priorità sulla gestione dello stoccaggio in serbatoi in un generico sistema di produzione a due stadi, per diversi mix di prodotti. Lo studio evidenzia il miglioramento produttivo degli alimenti prioritariamente confezionati, ma anche i significativi effetti negativi sui prodotti non prioritari. Infine, gli autori dimostrano i vantaggi forniti dall’aumento del numero dei serbatoi ed il peggioramento provocato dall’incremento del numero dei prodotti.

Bibliografia
R. Akkerman & D.P. van Donk, International Journal of Production Economics, 108, 2007, 43-53