Integrazione di folato con sale della glucosamina

4247

supermarket blur

Il sale della glucosamina, 5MTHF(acido 6S-5-metiltetraidrofolico)-glucosamina, aggiunto a scopi nutrizionali a integratori alimentari come fonte di folato è stato considerato sicuro dal gruppo ANS di Efsa, se assunto ai livelli comunemente consigliati (1500 mg/giorno pari a 25 mg/kg di peso corporeo al giorno). Considerando il processo di produzione, gli esperti hanno stabilito la necessità di indicare l’assenza di micotossine nelle specifiche del sale della glucosamina. Il sale della glucosamina è ottenuto sinteticamente dall’acido folico mediante riduzione chimica e condensazione con formaldeide. In precedenza erano già stati valutati e considerati sicuri il sale di calcio dell’acido (5MTHF-Ca), autorizzato come fonte di folato negli integratori alimentari dalla Direttiva 2002/46/CE, e il cloroidrato di glucosamina da Aspergillus niger. Per quanto riguarda il cloroidrato nel 2009 il gruppo NDA di Efsa aveva stabilito come sicuro un apporto giornaliero massimo pari a 750 mg/giorno, con particolare attenzione però ai pazienti diabetici o con intolleranza al glucosio. Più recentemente, due anni fa, è stata sottolineata l’importanza di prestare attenzione nell’uso della glucosamina da Aspergillus niger anche nei pazienti in trattamento con anticoagulanti cumarinici. Fonte: http://www.efsa.europa.eu/it/efsajournal/doc/3358.pdf