Estrusione come tecnica di recupero di sottoprodotti

2078

shutterstock_79094362

Il processo dell’estrusione è oggi particolarmente utilizzato per alimenti quali cereali e fiocchi per la prima colazione, ma anche farine per impanature, baby food, crostini e farine ed amidi modificati utilizzati come additivi per altri prodotti. In realtà, questo processo rappresenta anche un modo per recuperare i sottoprodotti di altre lavorazioni, come ad esempio la crusca e le farine di coda ottenute dalla lavorazione dei cerali, conferendo loro un alto valore aggiunto e permettendo all’azienda di ottenere un maggior margine di profitto rispetto alla vendita a basso prezzo all’industria mangimistica degli stessi sottoprodotti.