L’EFSA abbassa la dose giornaliera di bisfenolo A

1881

Haushalt
Il bisfenolo A è un composto chimico formato da due gruppi fenolo ed è usato principalmente per la produzione di plastiche e derivati. Pertanto, è spesso presente nei materiali di confezionamento a stretto contatto con gli alimenti e, quindi, può facilmente migrare dal packaging all’alimento stesso. Questa sostanza, se ingerita, può provocare effetti negativi a fegato, rene e ghiandola mammaria: per questo motivo l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha pubblicato una bozza di revisione sulla possibile tossicità e sugli eventuali rischi per la salute umana derivanti dalla presenza di bisfenolo A nel packaging alimentare. L’intenzione dell’EFSA è di abbassare la dose giornaliera tollerabile da 50 microgrammi al giorno per peso corporeo a 5 microgrammi al giorno per peso corporeo. La riduzione, se adottata, non è di poco conto e obbliga, pertanto, le aziende del packaging ad attrezzarsi da subito al rispetto di questo nuovo limite.