Fissati i livelli di assuzione di vitamina B5 e H

1903

shutterstock_88036015

ll gruppo di esperti sui prodotti dietetici, l’alimentazione e le allergie (NDA) di Efsa ha stabilito i livelli di assunzione adeguata (AI, adeguate intake) per due vitamine idrosolubili, biotina (vitamina H) e acido pantotenoico(vitamina B5). La biotina interviene nei processi di sintesi degli acidi grassi, degli aminoacidi
ramificati e dei carboidrati, mentre l’acido pantotenoido è un componente del coenzima A e interviene nei processi energetici cellulari. La vitamina B5 è presente in natura e ne sono ricchi carne, uova, cereali, latte e tutti i vegetali, in particolare, noci, avocado e crocifere in generale. In entrambi i casi i dosaggi sono stati stabiliti a partire da quelli assunti quotidianamente dalla popolazione generale europea, e considerati sufficienti in base all’assenza di segni evidenti di deficit di queste vitamine. Clicca qui per: documentazione 1 e 2

Immagine