Pallettizzazione e confezionamento, qualità costante ed elevata con l’aiuto del robot

1815
La struttura compatta dei robot Kuka permette l’installazione semplice e veloce in qualsiasi impianto. Grazie all’attrezzatura specifica, rispondono a tutte le esigenze di pallettizzazione, food e beverage.
La struttura compatta dei robot Kuka permette l’installazione semplice e veloce in qualsiasi impianto. Grazie all’attrezzatura specifica, rispondono a tutte le esigenze di pallettizzazione, food e beverage.

Prelevano, caricano, saldano, montano, controllano, smistano, lucidano, levigano, saldano: i robot Kuka sanno fare di tutto. Perfetti anche per il comparto alimentare, garantiscono produzioni sicure sotto il profilo igienico e sanitario.

In confronto ad altre scoperte tecniche, il robot è relativamente giovane. La comparsa dei primi modelli industriali risale infatti agli anni Settanta. Si trattava di robot imprecisi e lenti, con capacità di carico e gradi di libertà limitati. Inizialmente utilizzati nell’industria automobilistica, si sono evoluti diventando antropomorfi, aumentando i gradi di libertà e la precisione, la capacità di carico e la velocità. Oggi tutte le industrie beneficiano dell’aiuto dei robot, e Kuka offre una gamma di modelli per tutti i settori, garantendo produzioni con una qualità elevata e costante. I robot sanno fare quasi tutto, e grazie alle nuove tecniche delle pinze e dei sensori permettono applicazioni fino a ieri impensabili. Per il settore alimentare, Kuka Roboter offre una vasta gamma di modelli, nell’intento di migliorare la cooperazione tra uomo e robot in caso di spazi lavorativi che si sovrappongono, ristretti o critici, e garantire un grado di automazione ottimale. In questo contesto, pacchetti funzionali sofisticati svolgono un ruolo sempre più importante, e aprono ulteriori campi di applicazione alla tecnica robotica, soprattutto nel campo della logistica (pallettizzazione e depallettizzazione), fondamentale per l’industria alimentare. Oltre all’evoluzione del sistema di controllo pc e della tecnologia degli azionamenti, il punto di forza Kuka è rappresentato dalle nuove applicazioni. Le conquiste tecniche più recenti sono le celle, dove robot di diverse dimensioni e posizioni lavorano insieme. I robot “cooperano”, aumentando le loro possibilità di applicazione e l’efficienza. In tal modo è possibile gestire la produzione in modo dinamico, abbassare i costi di realizzazione e ridurre i tempi di progettazione.

I motori e i riduttori potenti dei robot Kuka permettono una produzione veloce con diversi percorsi di pallettizzazione. Coprono carichi di lavoro da 40 a 1300 kg e trattano qualsiasi forma, dimensione o materiale di imballo
I motori e i riduttori potenti dei robot Kuka permettono una produzione veloce con diversi percorsi di pallettizzazione. Coprono carichi di lavoro da 40 a 1300 kg e trattano qualsiasi forma, dimensione o materiale di imballo

Igiene, sicurezza e tracciabilità
L’intervento dell’uomo può essere fonte di contaminazione, mentre la robotica offre un procedimento di lavoro pulito e igienico. Nel settore alimentare l’impiego dei robot alleggerisce anche da compiti gravosi, e in mansioni come carico e scarico di confezionatrici o pallettizzazione, per esempio, i benefici si ripercuotono sulla sicurezza di lavoro, la velocità, l’ottimizzazione degli spazi in fabbrica. L’automazione consente anche di garantire la tracciabilità, di trattare qualsiasi forma, dimensione o materiale di un imballo, di rispettare le norme vigenti. Altro particolare degno di nota è la convenienza del robot, perché il suo impiego permette di ridurre il numero dei dipendenti e di lavorare per più turni consecutivi, se non addirittura sulle ventiquattrore. Qualsiasi robot Kuka esegue il lavoro in modo preciso e sicuro, e sia le versioni più compatte, per inscatolamento, sia quelle più grandi, per pallettizzazione, possono essere impiegate in ambito alimentare per garantire elevata competitività nel tempo, coprendo carichi di lavoro da 40 a 1300 kg. Nelle fasi di produzione, confezionamento, stoccaggio o trasporto mantengono l’affidabilità anche nelle condizioni più difficili. La struttura compatta permette la sanificazione e impedisce la contaminazione (classe di protezione IP67), rispondendo alle norme igieniche più severe.

Disponibili in classe di protezione IP67, i robot di pallettizzazione Kuka possono essere usati nelle condizioni di lavoro più critiche. I materiali di costruzione garantiscono sanificazione e assenza di contaminazioni
Disponibili in classe di protezione IP67, i robot di pallettizzazione Kuka possono essere usati nelle condizioni di lavoro più critiche. I materiali di costruzione garantiscono sanificazione e assenza di contaminazioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here