Meglio scegliere i pani arricchiti?

1812

Loafs of bread in the factory

Il pane, oltre alla farina, può contenere anche altro. Un pane integrale ad esempio, a cui sono stati addizionati semi di sesamo, di lino o di girasole, ha un maggior contenuto di proteine e di fibra, quindi risulta un’ottima alternativa nella dieta, così come i pani integrali con l’aggiunta di noci, pistacchi, o olive anche se ovviamente aumenta il loro contenuto calorico. Interessante è anche l’aggiunta di diversi tipologie di farine come quella di segale, di ceci e di mais che aiutano ad avere un’alimentazione variata. Nel pane inoltre, vengono spesso aggiunti conservanti, oli di dubbia origine e grassi idrogenati, come ad esempio la margarina, che possono essere tossici per il nostro organismo. Nei pani integrali la quantità di sale  è minore, mentre nel pane bianco è più abbondante questo perché l’amido è quasi insapore. L’aggiunta dello zucchero invece, è correlata ai tempi di conservazione: lo si aggiunge quindi per allungare la shelf-life del prodotto.