Peperoni rossi, influenza delle condizioni climatiche sui profili nutrizionali e nutraceutici

2213

12036In questo studio sono stati analizzati alcuni parametri qualitativi di due genotipi di peperone rosso dolce (cv. Alceste e cv. RS08) coltivati per due anni (2010-2011) in un terreno convertito alla coltivazione biologica da oltre un decennio. Tutti i campioni, raccolti al giusto grado di maturazione commerciale, sono stati sottoposti alla valutazione dei principali parametri nutrizionali (zuccheri solubili e composti volatili caratteristici, come le pirazine) e nutraceutici (acido ascorbico, polifenoli, carotenoidi e capacità antiradicalica). Particolare attenzione è stata rivolta alle pirazine (2-metossi-3-isopropil pirazina e 2-metossi-3-isobutil pirazina) per l’intenso e caratteristico odore che impartiscono all’aroma del peperone. Inoltre, sono stati esaminati i profili degli antiossidanti (principalmente acido ascorbico e carotenoidi) per il loro ruolo nella inibizione delle nitrosammine, responsabili di alcune forme tumorali. I dati ottenuti evidenziano che in ambedue i genotipi i contenuti di pirazine sono superiore nei campioni del 2011 rispetto a quelli del 2010. Al contrario, i livelli degli zuccheri solubili e delle sostanze nutraceutiche diminuiscono in modo molto marcato nei campioni del 2011. La capacità antiradicalica, misurata mediante il test del DPPH, presenta una buona correlazione con i profili nutraceutici, mostrando anch’essa un decremento nel 2011 per ambedue i genotipi di peperone. Gli autori attribuiscono queste differenze alle differenti condizioni climatiche verificatesi nei due anni di sperimentazione, in particolare nel periodo agosto-settembre 2011. Infine, lo stress subito dalle piante in questa annata è evidenziato anche da una significativa diminuzione della produttività per ambedue i genotipi.

Bibliografia
L.F. Di Cesare et al., Progress in Nutrition, 16, 2014, 52-56