Dieta ipocalorica, definiti i valori di riferimento per i pasti sostitutivi

2004

H2K脭¸ ¤ë³Il gruppo di esperti Efsa sui prodotti dietetici, nutrizione e allergie (NDA) ha stabilito in un parere scientifico gli apporti minimi essenziali in termini di energia e nutrienti per i pasti dietetici sostitutivi dell’intera razione alimentare giornaliera per il controllo del peso. I prodotti unicamente destinati a soggetti adulti obesi o francamente in sovrappeso, secondo gli esperti, dovrebbero fornire almeno 600 Kcal giornaliere, 75 di g di proteine, 30 g di carboidrati digeribili e 20 g di acido linoleico e alfa-linoleico. Nel parere viene sottolineata l’importanza di non utilizzare questo tipo di pasti sostitutivi in pazienti affetti da patologie croniche, soprattutto a carico dell’apparato cardiovascolare, renale e metabolico, nei bambini e adolescenti, nelle donne in gravidanza e allattamento, anche in presenza di un problema franco di sovrappeso.