Nuovi imballaggi biodegradabili sostituiranno le attuali confezioni in plastica

2799

Raw lamb leg steaks in styrofoam tray
Si chiama PBS, acronimo di polibutilene succinato, un polimero semicristallino ottenuto attraverso la fermentazione batterica che presenta notevoli proprietà meccaniche, termomeccaniche e di permeabilità. Consapevoli della grande validità del materiale, nel gennaio 2012, 18 aziende europee hanno aderito al progetto SUCCIPACK (“Development of active, intelligent and sustainable food PACKaging using PolybutyleneSUCCInate”), finanziato dall’UE, per creare materiali innovativi destinati all’imballaggio degli alimenti, ed eliminare progressivamente le confezioni a base di carburanti fossili a favore di soluzioni biologiche. Questo polimero rivoluzionare il mondo del confezionamento alimentare. I benefici di questo materiale previsti in termini di deperibilità sono quantomeno comparabili alle confezioni attuali e a volte hanno prestazioni migliori. Un altro punto a favore è la possibilità di utilizzarlo per produrre pellicole, vassoi e sacchetti con le stesse tecnologie che si usano attualmente per i materiali di imballaggio tradizionali (iniezione, formatura, estrusione film soffiato e termoformatura) senza necessità di cambiare il processo produttivo.