Mais, effetto delle condizioni di essiccazione sul contenuto di fumonisine nella granella

2286

19160
Diversi produttori di mais hanno segnalato, più volte, che i lotti di granella presentano un aumento della contaminazione da fumonisine in seguito al processo di essiccazione. Al fine di chiarire se ciò sia dovuto a problematiche di campionamento o se vi sia un reale effetto del trattamento termico, in questo lavoro è stata eseguita una prova sperimentale in cui campioni di 6 differenti ibridi sono stati essiccati, rispettivamente, a 70°C per 24 ore ed a 95°C per 9 ore. In particolare, prima e dopo l’essiccazione è stata monitorata la popolazione fungina associata alla granella ed il contenuto in fumonisine, sia libere che mascherate. È stata, inoltre, determinata la composizione chimica della granella. I risultati dimostrano che la popolazione fungina, costituita principalmente da Fusaria, si è significativamente ridotta in quasi tutti gli ibridi con entrambi i trattamenti termici eseguiti. Il contenuto in fumonisine, sia libere che mascherate, è aumentato, in particolare con il trattamento a 70°C per 24 ore. Il rapporto tra fumonisine libere e totali è risultato significativamente più elevato con quest’ultimo trattamento, rispetto sia al livello iniziale, sia a quello rilevato con essiccazione a 95°C. Concludendo, gli autori sostengono che i risultati ottenuti, seppure preliminari, sono decisamente interessanti e meritano ulteriori approfondimenti.

Bibliografia

P. Giorni et al., Tecnica Molitoria, 65, 2014, 190-195