Gli isoflavoni non sono pericolosi per la salute

2030

shutterstock_896348Gli isoflavoni sono presenti nella soia, nel trifoglio rosso e nelle radici di kudzu. EFSA ha valutato 43 studi su esseri umani e 62 studi su animali concludendo che il loro utilizzo negli integratori alimentari non è pericoloso per la salute delle donne in postmenopausa a dosaggi compresi tra 30 e 900 mg/die. Gli integratori oggi in commercio ne apportano tra 35 e 150 mg/ die ed EFSA ha deciso di non stabilire dei valori raccomandati, sostenendo che si può arrivare al medesimo dosaggio consumando alimenti e bevande a base di soia: una porzione di tofu ne contiene 29 mg, una porzione di latte di soia o 30 g di proteine di soia ne contengono 27 mg.