Una ricerca per ottimizzare l’impiego di ingredienti bioattivi

2004

Conveyor belt transporting crates with fresh eggs on an organic chicken farm
Un progetto europeo coordinato dall’Università di Bologna e finanziato dal settimo programma quadro per la ricerca (FP7), sta sperimentando l’utilizzo di tre ingredienti bioattivi negli alimenti per contrastare la sindrome metabolica (MetS). Le molecole investigate sono l’acido docosaesaenoico (DHA), il β-glucano (BG) e le antocianine (Ac) per le quali i ricercatori stanno investigando gli effetti (sia singolarmente che in combinazione) su prodotti a base di latticini, pane e uova. L’obiettivo della ricerca è l’identificazione delle combinazioni più efficaci per ognuno di questi prodotti. Finora i ricercatori hanno valutato la digeribilità in vitro, la shelf-life e la risposta dei consumatori per 45 combinazioni e, per ognuna delle tre matrici di prodotto, hanno identificato la migliore combinazione da sottoporre ai test pilota (i quali sono attualmente in corso di esecuzione). Il progetto, denominato “Pathway-27” (Pivotal assessment of the effects of bioactives on health and wellbeing. From human genoma to food industry – pathway), è cominciato all’inizio del 2013 e terminerà a gennaio 2018 dopo 5 anni di lavoro. Sul sito del progetto vengono periodicamente resi disponibili i risultati aggiornati.