Diminuzione delle notifiche al RASF nel 2015

1810

mixed legumes
Nel 2015, il Rasf, il Sistema di Allerta Rapido “Rapid Alert System on Food and Feed” ha registrato 2.967 notifiche: questo è quanto è emerso dalla relazione sul rapporto annuale appena pubblicata dal Ministero della Salute. Rispetto agli anni precedenti le notifiche sono leggermente diminuite, infatti nel 2014 sono state registrate 3097 e 3136 l’anno prima: questo trend può essere attribuito ad una maggiore cooperazione tra le amministrazioni degli Stati membri, le quali scambiano alcuni dati sulle non conformità “non gravi” senza attivare il sistema di allerta per la sicurezza alimentare. Come gli anni precedenti, l’Italia risulta essere il primo Paese per numero di segnalazioni, 511 nel 2015, pari al 17,2% di quelle eseguite da 28 Stati nel complesso. In particolare, 137 segnalazioni sono provenute dagli Assessorati alla Sanità, ASL e Comando Carabinieri per la tutela della Salute, mentre 374 sono state trasmesse dagli Uffici periferici del Ministero della Salute (USMAF, UVAC e PIF).