Produrre plastiche ecologiche da scarti di lavorazione del pomodoro per contrastare l’inquinamento

1219

Fresh juicy tomato isolated over whiteUn modo per combattere l’inquinamento provocato dalla plastica è la produzione di polimeri naturali biodegradabili, di origine non petrolchimica come le plastiche ecologiche. Tra le materie prime più gettonate per produrre questa tipologia di plastiche ci sono gli scarti della lavorazione industriale degli alimenti come ad esempio il pomodoro. Lo studio è partito dal fatto che l’Italia è il secondo produttore mondiale di pomodoro e di conseguenza si generano un grandissima quantità di rifiuti, in prevalenza bucce e semi. Da qui è partita l’idea di recuperare in qualche modo gli scarti della sua lavorazione. La sperimentazione di questo nuovo materiale ha portato degli ottimi risultati, ma la diffusione di questa pratica ecosostenibile tutta Made in Italy ha incontrato non pochi ostacoli di natura soprattutto economica: al momento, infatti, le procedure di trattamento degli scarti del pomodoro risultano essere più costose delle normali procedure di produzione della plastica da fonti non rinnovabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here