Utilizzo degli scarti dei funghi per prolungare la sopravvivenza dei probiotici

2021

shutterstock_181477259

Alcuni ricercatori cinesi hanno investigato il potenziale prebiotico di alcuni prodotti di scarto dei funghi: dai risultati ottenuti è infatti emerso che i sottoprodotti di scarso valore sarebbero in grado di prolungare la sopravvivenza dei probiotici durante lo stoccaggio a freddo e migliorare la tolleranza dei probiotici durante la digestione. Questo lavoro ha dimostrato che la concentrazione relativamente bassa (da 0,1% a 0,5%) di polisaccaridi del peduncolo di alcune specie di fungo possono potenziare la percentuale di sopravvivenza dei Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus casei e Bifidobacterium longum sbsp. longum durante lo stoccaggio a freddo. I polisaccaridi hanno effetti sinergici con i peptidi e gli aminoacidi di uno yogurt mantenendo i probiotici oltre le 107 UFC/mL durante lo stoccaggio a freddo oltre a significativi effetti protettivi su questi probiotici in condizioni che simulano i succhi gastrici e biliari per raggiungere gli effetti benefici nell’ospite.