Effetto di differenti tecnologie di conservazione e temperature sulla qualità ed il contenuto nutritivo del kiwi a polpa gialla

542

L’obiettivo della ricerca di dottorato è quello di confrontare gli effetti di diversi metodi di conservazione – aria ed ozono gassoso – a diverse concentrazioni di ozono ed a diverse temperature, del kiwi a polpa gialla ‘Soreli’, così da delineare i parametri per un ottimale metodo di conservazione di tale prodotto ortofrutticolo preservandone le caratteristiche nutrizionali e qualitative.

Inoltre, a causa dell’aumento dei consumatori affetti da allergie, diventa oggetto di studio la rintracciabilità degli allergeni in prodotti ottenuti dalla trasformazione di kiwi conservati secondo i trattamenti tecnologici post-raccolta descritti precedentemente.

Conclusioni e prospettive

I trattamenti post-raccolta di ozono hanno un grande interesse commerciale a causa della loro capacità di non generare residui e della flessibilità dei metodi di applicazione. La combinazione di 2°C e 300 ppb di ozono gassoso continuo ha permesso di migliorare il sistema antiossidante per mantenere la compartimentazione cellulare e la conservazione di componenti nutrizionali ed antiossidanti. Pertanto, è uno strumento valido in post-raccolta per migliorare la conservabilità dei frutti. La fisiologia post-raccolta dei kiwi richiede maggiore attenzione a livello genetico e molecolare al fine di comprenderne il processo di sviluppo, implementando tecniche di gestione più adeguate.

Riferimenti bibliografici

PhD Valentina Goffi, tutor Prof. Rinaldo Botondi; Co-tutor Dr. Milena Petriccione – Università della Tuscia, Viterbo).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here