Tecnologia, comunicazione e inclusività sono fondamentali per tenere alto il morale dei lavoratori

180

La motivazione del personale è un grande bersaglio mobile per tutti i produttori, e il periodo di lockdown per COVID-19 (compresa la successiva fase di ripresa) non ha fatto altro che aggiungere nuove dimensioni alla sfida. Quando la forza lavoro è soddisfatta, che operi a livello amministrativo o nel reparto di produzione, si rivela anche più produttiva, coinvolta, fidelizzata e competente.

Le restrizioni straordinarie imposte ai produttori durante la pandemia da coronavirus dovrebbero indurre le aziende a rivedere le modalità con cui i lavoratori possono essere motivati, coinvolti e stimolati nei loro nuovi ruoli: c’è chi è stato messo in cassa integrazione (e quindi potrebbe sentirsi particolarmente isolato), chi ha dovuto ridurre l’orario di lavoro, chi percepisce una retribuzione ridotta, chi è in smart working o fa turni diversi rispetto a prima. Naturalmente, ogni produttore ha il suo approccio a questa situazione. Nella divisione Ispezione prodotti di METTLER TOLEDO abbiamo trovato la via giusta concentrandoci su tecnologia, comunicazione e inclusività. Ecco alcune delle idee che abbiamo messo in pratica durante il lockdown:

Digitalmente connessi

Il lockdown può essere considerato come uno spartiacque: la capacità della tecnologia digitale di supportare il lavoro a distanza ha dato una dimostrazione definitiva dell’importanza che riveste per la vita aziendale. Non tutte le aziende erano pronte ma, forti della lezione appresa, sicuramente lo saranno in futuro. È importante assicurarsi che il personale disponga dell’infrastruttura e degli strumenti digitali giusti e che abbia ricevuto la formazione adeguata.

Riallineamento di priorità e obiettivi

Le aspettative delle aziende in fatto di operatività e vendite dovrebbero essere rivalutate alla luce della nuova realtà che tutti noi ci troviamo ad affrontare, così come l’analisi e gli obiettivi delle prestazioni individuali dovrebbero essere riallineati in virtù della “nuova normalità”. Questo approccio darà una forte spinta alla motivazione del personale. I dipendenti non avranno la sensazione di ricevere richieste inutilmente gravose, sia come individui, come team o come intera organizzazione. La chiave di volta sta nel fornire alle persone obiettivi per cui impegnarsi, che siano stimolanti ma raggiungibili.

Potenziamento della comunicazione

Assicurarsi che il personale sia sempre informato è solo uno degli aspetti: è fondamentale che i dipendenti si sentano anche valorizzati. Inviare newsletter con aggiornamenti periodici relativi al lavoro è abbastanza semplice, ma come datori di lavoro abbiamo un dovere in più nei confronti dei nostri dipendenti. Dobbiamo riconoscere che le restrizioni del lockdown hanno avuto un impatto significativo sulle persone, anche se in misura differente. Le aziende potrebbero pensare all’introduzione di un sistema per “fare squadra”, che metta in comunicazione i membri dei team dando loro la responsabilità di supportarsi a vicenda, assicurarsi che i loro colleghi stiano bene e darsi una mano quando serve.

Interazioni sociali

Lo scambio di battute davanti alla linea di produzione è un ingrediente chiave che fa da collante all’interno di un team durante le lunghe ore di lavoro e i turni difficili; lo stesso discorso vale per le attività sul campo e i reparti amministrativi. Tenetelo presente e riunite il team come ai vecchi tempi prima del lockdown, questa volta con incontri e battute virtuali. Ciò contribuirà a mantenere forte il legame tra i lavoratori e permetterà loro di capire quanto siano importanti per l’azienda.

Accogliere l’innovazione

La vostra forza lavoro ha un potenziale enorme e questo è il momento di metterlo in evidenza. Coloro che sono in cassa integrazione possono acquisire nuove competenze seguendo corsi di formazione, ad esempio; in ogni caso, a tutti i livelli, sarebbe opportuno incoraggiare il personale a presentare idee innovative a vantaggio dei processi aziendali. Solo proseguendo sulla strada dell’innovazione, le aziende possono rimanere competitive, mantenere alto il morale, massimizzare il ritorno sugli investimenti e, possibilmente, aumentare la produttività. Le innovazioni non saranno sufficienti per combattere il COVID-19, ma contribuiscono a comprendere come ottimizzare le diverse modalità di lavoro e le nuove tecnologie.

In conclusione

In generale, tutti i produttori devono dimostrarsi pronti a essere flessibili e rapidi, proprio come una start-up. In questo modo, il personale si sentirà stimolato e apprezzato nel ruolo fondamentale che svolge per il successo dell’azienda.

di Paul Lerigo, Marketing Manager della Divisione Ispezione Prodotti di METTLER TOLEDO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here