Pakelo lancia sul mercato italiano i lubrificanti Mosh e Moah Free

123

Perché le industrie alimentari dovrebbero interessarsi di Mosh e Moah?

I Moh (Mineral Oil Hydrocarbons) sono gli idrocarburi di origine minerale derivati da petrolio greggio, sintetizzati da carbone, gas naturale e biomasse che possono potenzialmente contaminare il cibo in fase di produzione alimentare. Si possono suddividere in due sottocategorie:

  • Mosh (Mineral Oil Saturated Hydrocarbons): sono idrocarburi saturi di oli minerali. Tendono ad accumularsi con effetti tossici sugli organi, in particolare fegato e linfonodi.
  • Moah (Mineral Oil Aromatic Hydrocarbons): sono idrocarburi aromatici di oli minerali. Sono ritenuti più tossici rispetto ai Mosh e sono sospettati di essere cancerogeni.

La normativa vigente non ha ancora identificato un valore soglia ADI (Soglia Giornaliera Accettabile) relativo ai Mosh e Moah. Ciò non significa però che la macchina normativa sia ferma e lo dimostrano tutti gli studi commissionati dall’EFSA negli ultimi anni.

In Germania il Ministero Federale dell’Alimentazione e dell’Agricoltura (BMEL) si è già mosso in modo autonomo. La normativa Mosh e Moah sugli imballaggi (una delle possibili fonti di contaminazione) in Germania suggerisce questi valori di riferimento:

  • Limite contenuto di Mosh: 0,6 ppm di alimento.
  • Limite di migrazione di Moah: 0,15 ppm di alimento.

Non ci sono ancora date certe, ma è evidente che l’EFSA e l’Organizzazione Mondiale della Sanità saranno presto chiamate a pronunciarsi su questo delicato tema per questo le aziende alimentari dovrebbero iniziare già ad occuparsene.

Lubrificanti alimentari registrati NSF: forse non sarà più sufficiente

Tra le fonti possibili di contaminazione da idrocarburi di oli minerali (Moh) vi sono anche i lubrificanti alimentari, grassi e distaccanti usati nei processi di produzione degli alimenti. Scegliere un prodotto Mosh e Moah Free è quindi un passo strategico per ridurre le occasioni di contaminazione da processo.

La registrazione NSF H1, H3 o 3H e della FDA (Food and Drug Administration) che regola i lubrificanti a contatto diretto o accidentale con il cibo è un punto di partenza importante, ma come accennato ben presto forse non sarà più sufficiente.

Pakelo Lubricants, produttore italiano con laboratorio di ricerca indipendente a Verona, ha sviluppato la linea di lubrificanti alimentari Pakelo Non Tox M  con l’obiettivo di agevolare le industrie alimentari che intendono mettere in atto una strategia efficace e lungimirante per garantire la sicurezza alimentare del proprio prodotto finito.

La linea Pakelo Non Tox M si compone di tre prodotti chiave, tutti conformi ai requisiti NSF International, privi di allergeni e OGM ed esenti da Mosh Moah.

  • Pakelo Non Tox Oil M: lubrificanti interamente sintetici specifici per la lavorazione e confezionamento di alimenti. Disponibili nelle viscosità ISO 15, ISO 32, ISO 46, ISO 68, ISO 100, ISO 150, ISO 220, ISO 320, ISO 460.
  • Pakelo Non Tox Oil M DP: distaccante che garantisce un corretto rilascio degli alimenti dagli stampi o dalle superfici di cottura. Idoneo anche per la lubrificazione di organi poco caricati. Conforme ai requisiti per il contatto diretto con alimenti (NSF H3 e 3H).
  • Pakelo Non Tox Grease M CA NLGI 2 è un grasso lubrificante interamente sintetico addensato con saponi di calcio anidro che ne garantisce una elevata idrorepellenza necessaria per i frequenti lavaggi che si operano in questo settore. Questo grasso industriale è specifico per la lubrificazione di macchinari usati nella produzione e confezionamento degli alimenti.

Pakelo ha condotto un test di performance sui lubrificanti atossici che fanno parte della linea Non Tox per capire se il bilanciamento della formula per rendere il prodotto Mosh Moah Free ne influenzi la performance. Nel grafico sotto riportato si confrontano i coefficienti di attrito di un lubrificante alimentare standard a base minerale (linea verde), un lubrificante alimentare standard a base sintetica (linea gialla) e il prodotto Non Tox Oil M ISO 46 (linea blu).

A parità di viscosità, il test sul coefficiente d’attrito rivela un significativo -20% rispetto ai prodotti standard. Questo significa che i prodotti della linea Pakelo Non Tox M migliorano il profilo dell’impianto produttivo dal punto di vista della sicurezza alimentare, ma anche dal punto di vista del miglior funzionamento degli organi meccanici.

Per maggiori informazioni visita la sezione lubrificanti alimentari di Pakelo cliccando qui o scrivi a customercare@pakelo.it.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here