Applicazione della cromatografia liquida per la separazione e la caratterizzazione dei carotenoidi nei derivati del pomodoro

123

Il pomodoro contiene diversi composti con importanti effetti benefici per la salute dei consumatori, tra cui i carotenoidi le cui proprietà nutrizionali dipendono, però, dalla loro forma isomerica.

In questo contesto, lo scopo di uno studio recente, effettuato da un gruppo di ricercatori ungheresi (Daood et al., 2021), è stato quello di sviluppare un metodo rapido ed efficiente, basato sull’utilizzo della cromatografia liquida, per effettuare la separazione e la caratterizzazione di questi composti nei derivati del pomodoro.

Tale separazione è stata effettuata impiegando una colonna C30 a nucleo solido con particelle di 2.6 mm e l’eluizione a gradiente di un solvente composto da metil-t-butil etere, acqua e metanolo.

I risultati evidenziano che il metodo proposto è caratterizzato da una capacità separativa eccellente non solo nel caso dei principali carotenoidi (licopene, beta-carotene e luteina), ma anche in quello dei loro isomeri geometrici e derivati ossigenati con valori dei limiti di rilevabilità e di quantificazione, rispettivamente, negli intervalli 0.008-0.017 e 0.029-0.056 mg/mL.

È stato, inoltre, possibile determinare la presenza di composti inusuali come il di-idrossi ciclolicopene ed il di-metossi licopene. In sintesi, il metodo proposto può essere utilmente utilizzato dall’industria del settore per caratterizzare, in modo semplice ed affidabile, il profilo dei carotenoidi nei derivati del pomodoro, considerando l’importanza nutrizionale di questa classe di composti.

Riferimenti bibliografici: H.G. Daood et al., Journal of Chromatographic Science, 2021, 1-12.