Per un confezionamento perfetto

758

Il caseificio tedesco tradizionale Heinrichsthaler, in Sassonia, offre specialità per tutti i gusti e in tutte le forme: dadi, fette e pezzi interi. Qualche tempo fa, il caseificio con sede a Radeberg, in Germania, ha inserito i formaggi da grigliare nel proprio assortimento. Con l’incartonatrice della Schubert, la Heinrichsthaler ora ha trovato una soluzione per mettere le fascette di cartone sulle confezioni del suo formaggio da grigliare in modo corretto ed efficiente.

Cremoso, dal gusto intenso e solitamente confezionato in una scatoletta di legno: così conosciamo di solito il famoso formaggio francese Camembert. Il fatto che questa specialità sia arrivata in Germania è dovuto in parte alla Heinrichsthaler Milchwerke GmbH, situato nell’omonima località tedesca vicino a Radeberg, in Sassonia. L’azienda produsse il primo Camembert tedesco nel 1884 nella graziosa località di Heinrichsthal.

Nel frattempo, il caseificio è diventato uno dei principali produttori di formaggio tedeschi e ovviamente non ha solo il formaggio morbido francesce nella sua gamma. Oltre ai formaggi tipici Edamer, Gouda, Tilsiter, Butterkäse, Emmentaler e Maasdamer, la Heinrichsthaler offre diverse specialità come il formaggio all’aglio orsino, al fieno greco e il formaggio Elbländer. Per chi invece preferisce mangiare il formaggio caldo, il produttore offre diversi tipi di formaggio da forno e da grigliare. “L’assortimento è così vario che chiunque riesce a trovare il formaggio per i propri gusti” dice Uwe Lammeck, direttore della Heinrichsthaler.

La passione per il prodotto

La priorità assoluta per il caseificio è produrre i suoi formaggi con il latte della regione. Per questo motivo l’azienda ottiene le sue basi per la produzione di formaggio, in parte da generazioni, principalmente da aziende famigliari regionali. “Questo ci permette di ridurre i trasporti inutili, garantire la freschezza e la qualità del latte e di sostenere gli allevatori della Sassonia”, spiega Lammeck.

“Ma non è l’unica cosa importante per noi. Vogliamo naturalmente che i nostri prodotti arrivino al consumatore in una confezione sicura e intatta”. Nel 2019 la Heinrichsthaler ha introdotto anche il formaggio da grigliare nella propria gamma e, nel frattempo sono disponibili anche in molti supermercati. Acquistando una confezione di formaggio da grigliare, il cliente riceve due o quattro formaggi da grigliare in una vaschetta di plastica termoformata – sigillati singolarmente o a coppia.

Intorno alla confezione di plastica viene messa una fascetta di cartone su cui sono stampate le informazioni sul prodotto. “Non eravamo affatto contenti della precedente soluzione di confezionamento con cui mettevamo le fascette, perché a volte non venivano messe bene. “Un vero pasticcio”, commenta il direttore del caseificio.

La soluzione di confezionamento della Schubert è efficiente e precisa

Il costruttore di macchine confezionatrici Gerhard Schubert GmbH con sede a Crailsheim, in Germania, ha progettato per il caseificio un’incartonatrice che ha fatto di questo problema un vecchio ricordo. L’impianto compatto confeziona i formaggi da grigliare in modo efficiente e preciso nelle fascette di cartone. La soluzione robotizzata ha un ingombro limitato e ha integrato la sicurezza del processo nel suo design.

In passato i prodotti venivano confezionati su una sola linea continua, mentre ora il procedimento delle fascette è stato staccato. I robot, raggruppato i formaggi da grigliare, li prelevano e li confezionano nelle fascette di cartone, utilizzando un utensile appositamente sviluppato dalla Schubert. “Grazie all’integrazione di diversi sistemi di trasporto e ai robot, la macchina si è rivelata un investimento particolarmente affidabile e performante” dice Murat Colak, area sales manager della Schubert.

Processi perfettamente integrati

All’inizio del processo di confezionamento le vaschette termoformate contenenti i formaggi entrano nella macchina su un nastro. Un robot T3 deposita i prodotti alternativamente su due trasportatori a vuoto, situati a destra e a sinistra del nastro prodotti. I trasportatori portano le confezioni di formaggio alla posizione di fascettatura. Contemporaneamente, un robot F3 preleva nella prima stazione cinque fascette di cartone alla volta dal magazzino e le presenta a un robot F2 che le aspira dall’alto e le deposita sul terzo trasportatore a vuoto dell’impianto.

L’utensile del robot che le deposita sul trasportatore, le preme leggermente sui lati per creare bordi rotti. Il trasportatore a vuoto si sposta poi con i pretagliati alla posizione di fascettatura. Durante il tragitto, una stampante mette la data di scadenza sulla confezione. Un robot F2, dotato di un utensile appositamente sviluppato, preleva cinque pretagliati alla volta dal trasportatore, li piega, li appoggia dall’alto sui formaggi mentre li preleva e fissa le fascette di cartone pre-incollate con una sola operazione. “L’utensile è altamente tecnico e assomiglia a una mano che tiene la fascetta di cartone nel palmo” spiega Murat Colak. “Il prodotto viene sollevato dal sistema di trasporto mentre la fascetta viene chiusa, diciamo ‘in aria’“.

Bordi rotti: la soluzione per un imballaggio pulito

La particolarità della soluzione di confezionamento della Schubert è che, a differenza del modello precedente, si tratta di una macchina con tecnologia robotizzata temporizzata. “Con la soluzione lineare precedente, non si riusciva a lavorare correttamente le confezioni di formaggio a causa della tecnologia di confezionamento continua. I bordi morbidi delle vaschette termoformate rendevano quasi impossibile l’avvolgimento corretto delle fascette di cartone se i bordi non erano già stati piegati precedentemente” dice Colak.

La soluzione della Schubert invece piega i bordi delle fascette di cartone già durante il processo di confezionamento, proprio per poterle avvolgere facilmente intorno alle vaschette termoformate. “Anche eventuali nuovi formati di vaschetta, di altezza o superficie diverse, si possono lavorare senza grossi problemi”, spiega Colak. Con l’impianto di confezionamento della Schubert il caseificio è in grado di confezionare da 70 a 90 confezioni di formaggio da grigliare al minuto. “I nostri prodotti ci stanno a cuore. Adesso, grazie alle confezioni perfette, hanno l’aspetto che si meritano e questo ci rende molto soddisfatti”, esclama il direttore della Heinrichsthaler.

Cifre e fatti:

  • Incartonatrice compatta in un solo telaio.
  • Da 70 a 90 confezioni al minuto.
  • Piegatura dei bordi per una confezione perfetta.
  • Utensile progettato specificatamente dalla Schubert.

Per ulteriori informazioni clicca qui

    Richiedi maggiori informazioni










    Nome*

    Cognome*

    Azienda

    E-mail*

    Telefono

    Oggetto

    Messaggio

    Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*