Trebbie di birra, impiego come ingrediente per la produzione di pasta funzionale

987

Le trebbie, il principale sottoprodotto dell’industria birraria, possono essere utilizzate come ingrediente funzionale per incrementare il valore nutrizionale dei prodotti a base di cereali.

In questo contesto, nel presente lavoro le trebbie micronizzate derivanti dal processo di birrificazione di Monococco e Tritordeum sono state caratterizzate per la produzione di quattro differenti formulazioni di pasta, formato maccheroni, arricchite con 5 o 10 g/100 g di semola.

I risultati dimostrano che il sottoprodotto a base di Monococco presenta valori più elevati rispetto a quello a base di Tritordeum per tutti i parametri analizzati (proteine, fibra alimentare e capacità antiossidante totale), ad esclusione del contenuto in beta-glucani.

È stato, inoltre, osservato che l’addizione di entrambe le tipologie di trebbie influisce in misura minima sulle proprietà sensoriali del prodotto cotto. Rispetto al campione di controllo, ottenuto a partire da semola di grano duro, la pasta così arricchita mostra valori più elevati del tempo ottimale di cottura e della perdita in cottura, ma valori più bassi di sostanza organica totale.

Concludendo, gli autori sostengono che la valutazione sensoriale posiziona i campioni contenenti le trebbie nel range di “buona qualità” della pasta e che l’addizione del 10% del sottoprodotto a base di Monococco rappresenta il compromesso migliore in termini tecnologici, nutrizionali e sensoriali.

Riferimenti bibliografici

Nocente et al., Tecnica Molitoria, 73, 2022, 38-49