Acido linoleico coniugato, estratti di origano e di rosmarino: influenza della supplementazione dietetica sulla qualità di carne di maiale

2519

Fresh Meat Purchase

L’effetto della somministrazione dietetica di isomeri dell’acido linoleico coniugato (CLA) in combinazione con estratti acquosi di origano e/o rosmarino è stato valutato sul profilo in acidi grassi di carne suina fresca. La composizione qualitativa della frazione acidica della carne è stata determinata mediante gas cromatografia capillare accoppiata alla spettrometria di massa (GC/MS), mentre l’analisi quantitativa è stata realizzata mediante un sistema GC dotato di detector a ionizzazione di fiamma (FID). I risultati mostrano come il profilo acidico delle carni non è influenzato dalla somministrazione di estratti di origano e rosmarino. In tutti i campioni sono stati individuati 21 acidi grassi e le quantità delle classi variano nel seguente ordine: acidi grassi polinsaturi (AGP) < acidi grassi monoinsaturi (AGM) < acidi grassi saturi (AGS). La somministrazione della dieta contenente cis-9, trans-11, trans-10, cis-12 isomeri del CLA (1 g CLA/Kg di mangime) ha consentito di ottenere carni suine con livelli di CLA che si sono attestati attorno al 1% degli acidi grassi totali. L’aggiunta di estratti di origano e/o rosmarino alla dieta già arricchita di CLA non ha prodotto alcun tipo di effetto sull’accumulo di CLA nei tessuti muscolari. Concludendo, l’alimentazione di maiali con diete contenti CLA è risultata efficiente nell’arricchire le carni di questo composto, fornendo un prodotto potenzialmente più salutare. Tuttavia, essa non si è dimostrata in grado di aumentare il rapporto AGP/AGS fino al valore raccomandato (i.e.> 0.7).

Bibliografia

D. Pacetti et al., Progress in Nutrition, 16, 2014, 284-291