Perché l’ispezione visiva è una necessità

912

L’ispezione visiva (IV) ricopre un ruolo essenziale nella filiera della produzione alimentare, in quanto tocca diversi aspetti della procedura operativa e contribuisce a sfruttare al meglio gli investimenti in hardware e software effettuati da un’azienda. Aiuta i produttori a proteggere i loro profitti, a salvaguardare i consumatori e il brand, a ridurre gli sprechi e a migliorare l’efficienza delle linee di produzione e confezionamento.

Nella prima di una serie di rubriche dedicate al ruolo dei sistemi IV, prendiamo in esame l’importanza di disporre di funzionalità di ispezione accurate. Analizziamo inoltre come l’assenza di questa capacità tecnologica potrebbe influire su fattori come il time-to-market e la fiducia dei consumatori. I sistemi di ispezione visiva prevedono solitamente una configurazione con diverse videocamere, in grado di leggere e verificare automaticamente le etichette sui prodotti confezionati.

Le tecnologie delle videocamere e le configurazioni di serie possono avere tante combinazioni diverse quante sono le diverse tipologie di dati e forme di prodotti da verificare. Qui però non ci occuperemo della specifica tecnologia né della sua applicazione. Rivolgeremo piuttosto la nostra attenzione su ciò che è in grado di fare. Questa tecnologia è in grado di leggere numerosi dati di prodotto e produzione al loro passaggio: codici 1D, 2D e testo alfanumerico, con funzioni quali il riconoscimento ottico dei caratteri (OCR, Optical Character Recognition) e verifica ottica dei caratteri (OCV, Optical Character Verification).

Pertanto, legge e registra informazioni come i dati su lotto e prodotti, che potrebbero successivamente essere necessari per risalire al percorso del prodotto stesso. L’ispezione visiva consente di verificare i dettagli di un’etichetta (ad esempio l’elenco degli ingredienti o le informazioni sugli allergeni) e di confrontarli con una versione master preconfigurata. Inoltre, è possibile fare sì che la tecnologia individui difetti delle etichette, come la cattiva qualità della stampa, oppure l’inclinazione e/o il posizionamento errati, il raggrinzamento e il danneggiamento. Non si tratta di dettagli insignificanti.

Klaus Malscheski, Market Manager, Ispezione Visiva presso METTLER TOLEDO

Se si riesce a individuare tempestivamente che un’etichettatrice non applica correttamente le etichette, è possibile fermare la linea e risolvere subito il problema, prima che il difetto possa propagarsi a centinaia di migliaia di prodotti. Si potrebbero così evitare enormi carichi di rilavorazioni o persino richiami del prodotto, nel caso in cui il problema venisse identificato solo successivamente. L’alternativa è quella di affidarsi all’occhio umano: uno strumento eccellente, ma collegato a un sistema di gestione che si stanca e può produrre variazioni in termini di intensità da un minuto all’altro.

I sistemi di IV non si stancano e non perdono attenzione. Continuano a leggere le etichette tutto il giorno senza fare errori. Possono quindi fornire supporto ai produttori che desiderano conformarsi ai sempre più onerosi standard di sicurezza ed etichettatura definiti dai governi e dagli enti normativi di tutto il mondo. I produttori potrebbero ritenere che l’implementazione di un sistema di IV ne comporti l’integrazione nella linea di produzione o confezionamento, ma questo non è necessariamente vero.

La tecnologia può essere certamente integrata, ma anche impiegata in modo indipendente, il che richiede un’implementazione molto meno complessa e offre ai produttori una flessibilità di gran lunga superiore. Questa flessibilità può anche essere estesa all’applicazione: i produttori hanno la facoltà di dotarsi di una libreria di strumenti software capaci di ottimizzare le prestazioni del sistema rispetto a uno specifico prodotto, ad esempio un algoritmo in grado di ottimizzare l’IV in base al colore delle bottiglie.

L’ispezione visiva può quindi essere la chiave per superare numerose sfide, come quella di una produzione efficiente e puntuale, della conformità normativa e della sicurezza dei prodotti. Non mi è mai capitato di incontrare aziende impegnate nella produzione e nel confezionamento degli alimenti che non fossero interessate a questi fattori.

Per ulteriori informazioni: www.mt.com/ci-vision-pr

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here