Tecnologia innovativa e affidabile

242

Oltre 8000 impianti di confezionamento cibi distribuiti nel mondo, 160 dipendenti, un fatturato di oltre 50 milioni di Euro: numeri e cifre che esprimono in estrema sintesi la realtà di un leader di mercato, fornitore e partner delle più importanti industrie alimentari del mondo. G. Mondini è un’azienda che continua a investire nella ricerca e nella qualità, progettando e proponendo macchine innovative e sempre più affidabili, in grado di offrire le migliori soluzioni in termini di rendimento, semplicità d’uso, economicità di gestione. La chiuditrice G. Mondini ha assunto una flessibilità tale da poter gestire – cambiando semplicemente lo stampo – package, formati e tecnologie molto diversi tra loro sulla stessa macchina: semplice termosaldatura con film da bobina, termosaldature con applicazione di vuoto e gas, saldatura con coperchi preformati, accoppiamento di due parti rigide, termosaldatura con applicazione skin o termosaldatura con applicazione “stretch seal” che ricalca la tradizionale chiusura “stretch wrap” ma con l’indiscusso beneficio delle essere termosaldato e della applicazione di vuoto + gas, gestione di fondi flessibili flex-flex, solo per nominare alcune delle applicazioni più comuni.  Per garantire tali livelli di flessibilità ed eccellenza, questa solida realtà italiana deve poter contare su fornitori all’altezza. Ciò che G. Mondini richiede al fornitore di automazione non è solo un continuo sviluppo tecnologico, ma una facile reperibilità dei componenti a livello globale e una efficienza sul volume di acquisto e nella gestione del magazzino. G. Mondini ha saputo sfruttare appieno la potenzialità del sistema di automazione per avere un controllo sofisticato, che permettesse regolazioni dei movimenti con precisioni al millesimo. Questo consente di avere la massima prestazione delle macchine, soddisfacendo così anche la costante richiesta dei clienti per una riduzione dei costi. L’attenzione all’innovazione e il continuo sviluppo tecnologico in G. Mondini ha portato alla a punto di un sistema che consente di ridurre l’utilizzo del film dal 20 al 40%, tagliandolo prima di portarlo nello stampo: la misura è così più precisa e non c’è più quella quantità di film  sprecata per il trascinamento e il taglio. La macchina consuma di meno, è più efficiente e più ecologica.

Quando l’interfaccia fa la differenza
Nell’industria alimentare il turnover del personale è elevatissimo e la formazione degli operatori non è banale. Ci sono inoltre cambi di formato continui e l’utilizzatore deve poter essere autonomo nella gestione della lavorazione. La potenzialità e la complessità della macchina devono pertanto esprimersi attraverso una interfaccia intuitiva, che non richieda una preparazione specifica per l’operatore e che lo guidi, in modo semplice e sicuro, durante le fasi di produzione.  Oggi l’interfaccia operatore su ogni macchina è standardizzata con un pannello B&R personalizzato per G. Mondini. Allarmi, ricette, tutti i dati di macchina, di processo e dell’operatore sono raccolti dal pannello e sono sempre disponibili per l’analisi, anche via Web. In questo modo si riesce a contestualizzare l’eventuale problema o il dato fuori dalla norma, cosa fondamentale lavorando con materiali deperibili e in ambito regolamentato.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here