Metodo Elisa per rilevare la nocciola

355

Il documento DIN CEN/TS 15633-2:2013 definisce le caratteristiche del  metodo Elisa per la rilevazione di nocciola negli alimenti. Il kit Ridascreen Fast Hazelnut (nocciola, R6802) di R-Biopharm soddisfa i requisiti della stessa norma DIN, e lo studio collaborativo riportato nell’Appendice B della specifica tecnica è stato eseguito con il kit stesso. Tale kit può essere utilizzato per l’analisi di materie prime o prodotti finiti. La preparazione del  campione richiede 20 minuti, la procedura d’analisi 30. Il limite di rilevazione è 1,5 mg/kg, di quantificazione 2,5 mg/kg. Gli anticorpi monoclonali utilizzati nel kit Elisa rilevano sia proteine con peso molecolare di circa 14, 18 e 42 kDa sia il principale allergene termolabile (Cor a9). Le nocciole sono spesso utilizzate nella lavorazione degli alimenti, soprattutto in cioccolato e torrone, ma anche per caramelle, pasticcini, biscotti, cereali e gelati. Possono però causare allergie alimentari, quindi la loro etichettatura è richiesta dalle linee guida UE 2007/68/EG. In produzione le contaminazioni possono influenzare altri alimenti di uno stesso stabilimento, di conseguenza è necessario il controllo in produzione e sui prodotti finiti.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here