L’olio di insetti, nuova fonte di acidi grassi polinsaturi

3813

0301008Secondo un gruppo di ricercatori della Wageningen University l’olio di insetti potrebbe essere una nuova fonte di acidi grassi omega-3: questo è quanto è emerso dal lavoro che stavano svolgendo gli studiosi sulle proteine di questi insetti. Infatti, durante il processo di estrazione delle proteine è stato estratto anche un olio che, inizialmente era stato scartato. Dall’analisi fatta su questo sottoprodotto è però emerso che era ricco di acidi grassi, sia saturi che insaturi; inoltre, veniva estratto in un modo rispettoso dell’ambiente che porta a un prodotto di qualità superiore rispetto ad altri processi. Per questo motivo, sono state condotte prove sull’estrazione di oli da vermi della farina, larve di coleottero, grilli, blatte e cavallette ottenendo prodotti diversi: alcuni con un odore più gradevole, altri meno. Oggi, l’industria utilizza il pesce come fonte principale di omega-3. Questi composti sono utilizzati nei mangimi per gli animali domestici e per i salmoni allevati e negli integratori per l’uomo che necessita di un certo quantitativo quotidiano.