Politiche governative sostenibili

1684

Autumn field

Ha preso il via il 1° aprile scorso il Sustainable Public Procurement (SPP), un programma globale “per assistere i governi nell’indirizzare la spesa pubblica verso beni e servizi che portino significativi benefici ambientali e sociali”. Il programma nasce da un’iniziativa del programma ambientale delle nazioni unite (UNEP-UN Environment Programmes) in collaborazione con l’ICLEI (l’associazione mondiale di città e amministrazioni locali dedicata allo sviluppo sostenibile) e il Korea Environmental Industry and Technology Institute. Il progetto rientra in un più ampio programma-quadro decennale dedicato alla sostenibilità dei consumi e delle attività produttive (il cosiddetto “10YFP”) nato da precedenti esperienze internazionali tra cui la Conferenza di Rio del 2012.       Il SSP intende creare le condizioni per una diffusa condivisione di tutte le competenze, esperienze e strumenti formativi riguardanti l’applicazione efficace di pratiche sostenibili nella gestione pubblica. Per rendere concretamente possibile il trasferimento delle informazioni e favorire la creazione di nuovi rapporti di cooperazione tra i governi e con le varie organizzazioni impegnate nello sviluppo sostenibile, è in fase di realizzazione un network (che al momento conta circa 65 membri) liberamente accessibile a governi, organizzazioni internazionali, ONG, aziende private ed anche a singoli esperti.