Trasferimento di materia nell’estrazione di acido citrico mediante l’utilizzo di un’innovativa tecnologia a membrane liquide

1936

Nel presente lavoro è stato testato l’utilizzo di una nuova tecnologia a membrane liquide (i.e. Hollow Fibre Renewal Liquid Membrane, HFRLM) per la simultanea estrazione e concentrazione dell’acido citrico a partire da soluzioni diluite. Tale tecnologia si basa essenzialmente sull’utilizzo di fibre cave idrofobiche riempite con una fase organica (membrana liquida) all’interno delle quali viene pompata la soluzione contenente il soluto. Quest’ultimo viene, quindi, trasportato in modo selettivo attraverso la membrana liquida dalla soluzione madre ad una soluzione di strippaggio. Lo studio ha permesso di rilevare che il fenomeno limitante la velocità del processo HFRLM è il trasferimento
dell’acido citrico dalla fase organica alla soluzione di strippaggio. Inoltre, gli autori evidenziano che il sistema è decisamente stabile grazie all’automatico e continuo rinnovamento della membrana liquida. In generale, infine, i risultati permettono di concludere che il recupero dell’acido citrico è elevato e che i fenomeni di trasporto sono rapidi. Ciò dimostra che il processo HFRLM può essere considerato come una valida alternativa ai processi tradizionali (precipitazione con sali di calcio, seguita da
filtrazione e trattamento con acido solforico) per separare e concentrare questo soluto a partire da soluzioni diluite.

Bibliografia
Z. Ren et al., Chemical Engineering Journal, 146, 2009, 220-226