Progetto per alimenti a maggior valore nutrizionale e minor costo di produzione

1960

Freshly baked traditional French bread
Un ketchup con una quantità di fibre dieci volte superiore a quelli in commercio, un prosciutto con meno sale e più vitamine, pizza e pane con accresciuto contenuto di vitamine e fibre. Questi sono alcuni dei prototipi alimentari sviluppati nell’ambito del progetto Chance, finanziato dal programma europeo per la ricerca e l’innovazione (FP7) e coordinato dall’Università di Bologna. Il progetto, di cui è appena stato pubblicato il leaflet finale, ha esplorato le possibilità di produrre alimenti a maggior valore nutrizionale e minor costo di produzione, sostenibili anche per gli strati di popolazione a rischio povertà. Oltre alle indagini per identificare lo stato dell’arte, i ricercatori hanno applicato innovative tecniche di trasformazione e prodotto diversi prototipi di alimenti, equivalenti nel gusto ai più diffusi prodotti sul mercato ma significativamente più validi dal punto di vista nutrizionale. Sebbene per avere conferma delle reali possibilità di commercializzazione dei prototipi siano necessarie valutazioni più approfondite, le analisi preliminari di fattibilità svolte dal consorzio hanno rilevato, per questi prodotti, costi di produzione simili o più contenuti rispetto a quelli tradizionali e alcuni di essi, come prosciutto e pane, sembrerebbero già pronti per l’introduzione sul mercato.