Consumo di alimenti ricchi di xantine durante la gravidanza

758

Chocolate and coffee beans on beige paper background
L’assunzione di caffeina e cacao al 70% nelle donne in gravidanza sembrerebbe avere un’azione stimolante sulla reattività fetale: di questo ne sono convinti i ricercatori dell’Università Politecnica di Ancona (Marche). Questi studiosi hanno misurato, prima e dopo assunzione di caffè o di cioccolata (70% di cacao) il numero di picchi della contrazione uterina, il numero di accelerazioni piccole e grandi (10 e 15 battiti al minuto per 15 secondi), la durata degli episodi di variazione elevata e la variazione a breve termine della frequenza cardiaca fetale in un gruppo di donne in gravidanza. Si è così evidenziato che tutti i parametri considerati erano significativamente superiori dopo l’assunzione di caffè. Dopo l’assunzione di cioccolata, il numero di accelerazioni di grandi dimensioni, la durata degli episodi di variazione alta e a breve termine della frequenza cardiaca fetale erano significativamente più alti, mentre nessun effetto è stato trovato sulle contrazioni uterine. Queste evidenze sono probabilmente da imputare alle attività farmacologiche della caffeina sul muscolo cardiaco e della teobromina sulla muscolatura uterina. Le donne in gravidanza vanno per questo motivo, opportunamente istruite sul consumo di bevande che contengono questi alcaloidi.

Bibliografia

J. Matern Fetal Neonatal Med. 2012 May;25(5):528-30. The effects of maternal caffeine and chocolate intake on fetal heart rate

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here