Classi dell’Unione di tuberi-seme di patate di base e certificati

2537

19147La Dir. 20/2014/UE ridefinisce le classi dell’Unione per i tuberi-seme di patate di base e certificati, i relativi requisiti e denominazioni. La Dir. 93/17/CEE ha introdotto le norme relative alle classi comunitarie di tuberi – seme di patate di base. Il settore è in rapida evoluzione e la nuova Direttiva applica tali classi anche ai tuberi-seme di patate certificati, definisce denominazioni omogenee per le classi dell’Unione e prevede i requisiti per l’immissione sul mercato di tuberi- seme di patate e di lotti di tali prodotti per ciascuna delle classi dell’Unione. I nuovi requisiti qualitativi riguardano l’assenza di organismi nocivi, di patate di altre varietà o che presentino macchie, segni di essiccamento, terra o corpi estranei. La Dir. 20/2014/UE introduce prescrizioni più rigorose per quanto concerne le classi dell’Unione, ma allenta anche alcuni requisiti, per esempio non obbliga più a coltivare la pianta in terreni dove non siano state coltivate patate da almeno tre anni, né obbliga più a sottoporre tali superfici ad almeno due ispezioni ufficiali. La ricerca scientifica ha individuato il rapporto tra il numero di generazioni delle patate e il grado di contaminazione con organismi nocivi dei tuberi – seme. La Direttiva 20/2014/UE pone un limite al numero di generazioni, cercando in questo modo di ridurre il rischio rappresentato da organismi nocivi in forma latente. La Dir. 17/1993/CEE è abrogata. Entro il 31 dicembre 2015 gli Stati membri adottano e pubblicano le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla nuova Direttiva che entrerà in vigore il primo gennaio 2016.