Effetto della pigmentazione delle foglie di lattuga sulla velocità di contrasto dei radicali liberi

1778

young beautiful woman eating salad close up
Uno studio condotto da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali dell’Università di Pisa svolto in collaborazione con il Dipartimento di Biologia Vegetale e Ecologia dell’Università dei Paesi Baschi e il laboratorio di Spettroscopia Epr-Endor Nmr del Cnr di Pisa, ha analizzato tre varietà differenti di lattuga: una dal colore verde, una verde-rossa e un’altra completamente rossa. Attraverso tecniche di Electron Spin Resonance (Epr) è stato valutato il comportamento cinetico degli estratti di lattuga, differentemente pigmentata, e la relativa composizione in metaboliti antiossidanti. La lattuga è ricca di composti che presentano attività antiradicalica come i fenoli, tra i quali le antocianine, e vitamine come la A e la C. Dallo studio è emerso come la pigmentazione rossa possa influire sulla presenza di sostanze antiossidanti; infatti, più la lattuga è rossa e più è veloce il suo effetto antiossidante e di reazione nei confronti dei radicali liberi, gli agenti responsabili dell’invecchiamento e del danno cellulare che determina l’insorgere di numerose malattie rispetto a quella verde-rossa e verde.