Effetto del consumo delle prugne della California sull’aumento della densità ossea

1706

4.1.1Uno studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università della Florida capitanati dal Dott. Bahram H. Arjmandi, è stato mostrato come l’alimentazione contribuisca al benessere del corpo umano. I dati della ricerca che traccia una panoramica sul benessere del corpo in relazione all’alimentazione, con un focus sulla salute delle ossa, evidenziano come, oltre ai cibi contenenti calcio, anche una serie di cibi ricchi soprattutto di vitamina D, Boro, Silicio, Magnesio, Manganese e Acido Folico sono ugualmente preziosi alleati nella prevenzione della malattia delle ossa. Tra questi uno dei più importanti è la prugna della California, ricca di vitamina K e preziosa fonte di Manganese. E’ quindi fondamentale arricchire le nostre abitudini alimentari con la prugna. Oltre 30 anni di studi e ricerche mi hanno convinto gli studiosi che non esiste niente di paragonabile all’effetto delle prugne secche sul mantenimento ottimale della corretta densità ossea. In particolare il lavoro mostra come l’assunzione di 50-100g di prugne secche contribuisce all’aumento della densità minerale ossea (DMO), in parte in ragione della soppressione della velocità di turnover osseo.