Gli inchiostri sul cartone come sistemi di monitoraggio degli alimenti

458

Il controllo del deterioramento degli alimenti è di fondamentale importanza non solo per garantire la qualità e la sicurezza dei cibi, ma anche per ridurre la produzione di rifiuti alimentari.

La FAO (Food and Agriculture Organization) ha stimato che nel 2016 il 70% dei rifiuti alimentari totali nell’Unione Europea si è originato negli ambienti domestici, nella ristorazione e nel commercio al dettaglio e il restante 30% nei settori della produzione e della trasformazione alimentare.

Sulla base di questi dati, risulta evidente che per ridurre lo spreco alimentare occorre principalmente prolungare il tempo di conservazione, cioè la shelf-life, e questo può essere fatto attraverso il miglioramento del packaging. In quest’ambito, le soluzioni sono svariate e normalmente ci si riferisce al confezionamento sottovuoto oppure in atmosfera modificata oppure all’utilizzo di additivi.

Uno strumento complementare per la diminuzione degli sprechi alimentari è il monitoraggio delle condizioni degli alimenti confezionati in modo tale da sapere se è opportuno esporre oppure no sul banco alimentare un determinato prodotto.

SE VUOI APPROFONDIRE ARGOMENTO LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SULLA RIVISTA MACCHINE ALIMENTARI DI NOVEMBRE. PER MAGGIO INFORMAZIONI CLICCA QUI.