Glaucoma, con l’alimentazione si riducono i sintomi

3134

dg
Secondo uno studio pubblicato su Archivios de la Sociedad espanola de oftalmologia da un gruppo di studiosi dell’Università di Valencia sarebbero vino rosso, cioccolato fondente, tè verde, caffè, verdure, soprattutto quelle a foglia verde o di colore giallo-arancio, fegato, formaggi e latte i principali alimenti in grado di tenere a bada i sintomi del glaucoma, patologia oculare, causata da un incremento della pressione all’interno dell’occhio caratterizzata da una progressiva compromissione del campo visivo, tra le più frequenti cause di cecità. Lo studio ha mostrato che, oltre al vino rosso (consumato in quantità molto contenute), al cioccolato fondente, al tè verde e al caffè, un aiuto contro i sintomi del glaucoma sembrerebbe arrivare anche dal consumo di frutta fresca e dalle verdure: a fare la differenza sarebbe la presenza, in questi alimenti, di diverse tipologie di sostanze antiossidanti in grado di preservare la salute delle cellule dell’organismo e di difenderle dagli attacchi esterni. Dallo studio è emerso inoltre, che le persone che consumano elevate quantità di alimenti come fegato, latte e formaggi, al cui interno sono presenti buone quantità di retinolo (vitamina B1), corrono la metà del rischio di sviluppare il glaucoma rispetto agli individui che ne consumano quantità inferiori. Infine anche il pesce cosiddetto “grasso” (come salmone, aringa e sgombro) e le noci sembrerebbero sortire un effetto benefico sulla progressione di questa malattia grazie alle proprietà antinfiammatorie degli acidi grassi omega-3 in essi contenuti.