Una nuova tecnologia preserva gli aromi durante la lavorazione del caffè solubile

    435

    Colombia, Guatemala, Costa Rica, Etiopia, Indonesia sono i principali Paesi produttori di caffè destinato alla produzione di caffè solubile. La materia prima è particolarmente aromatica ma il convenzionale processo di trasformazione causa la perdita di buona parte degli aromi e toglie al prodotto le caratteristiche originarie.

    La nuova tecnologia IES (Integrated Extraction System) messa a punto da Flavourtech è in grado di mantenere le caratteristiche originarie del prodotto. I chicchi sono tostati e macinati a umido fino ad ottenere una miscela semiliquida (meno del 20% di solidi nel liquido). La miscela passa nel sistema SCC (Spinning Cone Column), una colonna a coni rotanti che estrae i solidi solubili, cattura e recupera gli aromi più volatili che saranno reintrodotti nel caffè solubile al termine della lavorazione.

    I produttori potranno così formulare prodotti diversi, personalizzabili in base al mercato di destinazione ed alla maggiore o minore necessità di valorizzare le caratteristiche varietali e d’origine del prodotto. Nella fase SCC, per creare un film sottile e ben distribuito, la miscela semiliquida scorre lungo una serie di coni rotanti alternati e su coni fissi. Controcorrente è iniettato del vapore che entra in contatto con la miscela, lungo l’intera lunghezza della colonna, facilitando il passaggio degli aromi dall’impasto al vapore.

    Gli aromi sono condensati, concentrati e conservati in un serbatoio refrigerato. La dearomatizzazione richiede non più di 30 secondi. La colonna recupera i composti aromatici, compresi i composti a basso peso molecolare che con le consuete tecniche di estrazione vanno persi. La miscela dearomatizzata passa nella RDC (colonna a disco rotante) dove avviene l’idrolisi in continuo.

    I tempi sono ridottissimi: 20 minuti rispetto alle abituali 2 ore richieste dai sistemi discontinui. La miscela è decantata, centrifugata e concentrata in un evaporatore che, per prevenire la degradazione, lavora il prodotto a 50°C per non più 1 secondo. L’estratto è concentrato fino a 60-70 Brix. L’alta concentrazione riduce il consumo energetico dell’essiccatore spray e consente maggiore ritenzione dell’aroma nella polvere finale.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here