Progettazione e costruzione di una tostatrice elettrica di caffè con camera cilindrica

423

Il controllo della tostatura è fondamentale anche per i piccoli produttori di caffè. Come è ben noto, infatti, questo processo determina le caratteristiche chimico-fisiche dei chicchi, in particolare il sapore e l’aroma.

In questo contesto, l’obiettivo di uno studio recente, effettuato da un gruppo di ricercatori indonesiani (Lubis et al., 2023), è stato quello di progettare e costruire una tostatrice elettrica di caffè dotata di camera cilindrica con un volume di circa 70 lt (diametro e lunghezza, rispettivamente, pari a 46 e 44 cm). Quest’ultima viene mantenuta in rotazione mediante un motore elettrico in modo da garantire l’uniformità del processo.

La prima parte dello studio è incentrata sulla progettazione dettagliata della macchina fino allo sviluppo dei disegni costruttivi. Successivamente, una volta assemblato, il prototipo è stato analizzato in termini di capacità e temperatura di tostatura, oltre che di consumo energetico. I risultati evidenziano che la macchina è in grado di garantire una capacità di tostatura pari a 2.3 kg h-1.

È stato, inoltre, osservato che si ottengono chicchi tostati con il grado scuro al raggiungimento di una temperatura operativa pari a 201°C. In queste condizioni la tostatura richiede un tempo di processo pari a quasi 2 h, con consumi del riscaldatore e del motore, rispettivamente, pari a 3.4 ed 1.4 kWh. Concludendo, la macchina proposta rappresenta uno strumento utilmente utilizzabile dai piccoli produttori di caffè per effettuare la tostatura dei chicchi in modo controllato, efficiente ed economico.

Riferimenti bibliografici: Lubis et al., Research in Agricultural Engineering, 69, 2023, 118-123.